INTERDIZIONE DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE IN VIA LARIO PER CONSENTIRE IL RIFACIMENTO DELLA CONDOTTA FOGNARIA.

12/09/2017

INTERDIZIONE DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE IN VIA LARIO PER CONSENTIRE IL RIFACIMENTO DELLA CONDOTTA FOGNARIA.
IL COMANDANTE DEL CORPO DI POLIZIA LOCALE

Richiamata la richiesta datata 08 settembre 2017 con protocollo nr. 15078 in arrivo, con la quale la Ditta Società Pizio S.p.A. con sede in Via Verdi, 3/A – 24044 Dalmine (BG) presentava richiesta di emissione d’Ordinanza “per lavori di rifacimento condotta fognaria in Via Lario in Bovisio Masciago per conto di Brianzacque Srl”;.

Rilevato che con nota del 08 settembre 2017 il Responsabile dell’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici esprimeva parere favorevole a detti lavori;

Preso atto che nella richiesta presentata la Società si richiede la chiusura della strada e l’istituzione del divieto di sosta dal giorno 14/09/2017 fino al 28/09/2017 e comunque fino al termine dei lavori;

Considerato, pertanto, che si ritiene necessario adottare apposita ordinanza per la regolamentazione viabilistica al fine di permettere l’esecuzione delle lavorazioni programmate;

Ritenuto quindi indispensabile dare corso al presente provvedimento al fine di garantire la necessaria sicurezza della pubblica circolazione stradale, congiuntamente agli obiettivi di pubblico interesse e di salvaguardia dell’incolumità degli utenti della strada;

Visto l’articolo 7 del Decreto Legislativo numero 285/92 (Codice della Strada);
visto il Decreto del Presidente della Repubblica numero 495/92 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada) e successive modifiche;
visto il Decreto Legislativo numero 267/00 e successive modifiche;
visto il Decreto Sindacale numero 21/2016 riguardante la nomina a Responsabile del Settore Polizia Locale;


ORDINA
1) che dalle ore 08.00 del 14 settembre 2017 alle ore 20.00 del 28 settembre 2017 e comunque sino al termine dei lavori programmati, vengano adottate le seguenti disposizioni viabilistiche: 
  • istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata in Via Lario su ambo i lati;
  • interdizione al traffico veicolare nel tratto di Via Lario compreso tra l’intersezione con la via Monte Sabotino ed il Cv. 14 (fondo via) di Via Lario, con idonea delimitazione dell’area di cantiere nella zona progressivamente interessata dall’esecuzione degli interventi in base allo stato di avanzamento dei lavori;
  • istituzione della direzione obbligatoria dritto per il traffico veicolare proveniente da Via Comasinella diretto in Via Lario;
  • istituzione della direzione obbligatoria dritto per il traffico veicolare proveniente da Via Monte Sabotino diretto in Via Lario;
2) Di consentire l’accesso nelle strade interdette e limitate alla circolazione veicolare, indicate in precedenza, solamente ai mezzi di soccorso, di Polizia e di Protezione Civile, ai veicoli in uso alle persone disabili munite delle prescritte autorizzazioni ed ai residenti compatibilmente, per quest’ultimi, con gli interventi in atto ;

3) L’impresa edile stradale Pizio S.p.A. con sede in Via Verdi, 3/A – 24044 Dalmine (BG) esecutrice dei lavori di scavo e di posa delle tubazioni e degli impianti per conto dell’impresa committente “BRIANZACQUE S.r.l.”, è responsabile:
  • del posizionamento in maniera stabilmente sicura della segnaletica verticale prevista dal vigente Regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada nonché dal Decreto Ministeriale del 10 luglio 2002 G.u nr. 226 del 26.09.2002 come altresì dei :
a. cartelli di “limite massimo di velocità 30 Km/h” di cui alla figura II 50 articolo 116;
b. cartelli di “Divieto di transito” di cui alla figura II 46 articolo 116;
c. cartelli di “Direzione obbligatoria dritto“ di cui alle figure II 80/b-c articolo 122;
d. cartelli di “lavori” di cui alla figura II 383 articolo 31;
e. cartelli di passaggio obbligatorio a dx e sx di cui alla figura II 82/a- b articolo. 122;
f. cartelli di materiale instabile sulla strada figura II 390 articolo 31;
g. cartelli di “mezzi di lavoro in azione” di cui alla figura II 388 articolo 31;
h. “barriere normali” di cui alla figura II 392 articolo 32 ;
i. coni o delineatori figura II 396-397 articolo 34
j. segnali di “deviazione” di cui alla figura II 407/a articolo 43;
k. dell’occultamento della preesistente segnaletica verticale confliggente con il contenuto della presente ordinanza.
l. cartelli di “Divieto di sosta” di cui alla figura II 74 articolo 120, muniti dei pannelli integrativi di cui al modello II 6/m articolo 83 “zona rimozione coatta” e sui quali andranno apposti degli avvisi indicanti il periodo di vigenza di tale prescrizione, segnaletica stradale da collocare sul posto con un anticipo di almeno 48 ore rispetto alla validità temporale della presente ordinanza.
m. del mantenimento in efficienza, per tutela della sicurezza e dell’incolumità pubblica, delle recinzioni di cantiere finalizzate ad impedire, da parte dei soggetti non autorizzati, l’invasione e l’occupazione delle aree ove verranno svolti i lavori stradali e le opere indicate nelle premesse;
n. della collocazione di un numero adeguato di avvisi indicanti l’interdizione al traffico veicolare adottata in Lario, cartelli informativi da posizionare in via Comasinella intersezione con via Monte Sabotino, al fine di rendere edotti tempestivamente gli utenti della strada diretti verso la località sede dei lavori.
o. di informare i residenti della via Lario delle modifiche viabilistiche con congruo anticipo;

4) Si precisa che la presente ordinanza integra e non sostituisce le prescrizioni che dovranno comunque essere rispettate dall’impresa edile stradale Pizio S.p.A. con sede in Via Verdi, 3/A – 24044 Dalmine (BG) esecutrice dei lavori di scavo e di posa delle tubazioni e degli impianti per conto dell’impresa committente “BRIANZACQUE S.r.l.”, e che saranno contenute nel Piano Operativo della Sicurezza redatto dalla stessa azienda.

5) A norma dell'articolo 3 comma 4° della Legge numero 241 del 7 Agosto 1990 si informa che, avverso la presente ordinanza ed in applicazione delle Leggi numero 1034 del 6 Dicembre 1971 e numero 205 del 21 Luglio 2000, chiunque vi abbia interesse potrà ricorrere per incompetenza, per eccesso di potere o per violazione di legge, entro 60 giorni dalla pubblicazione dell’atto, al Tribunale Amministrativo Regionale di Milano.

6) In relazione al disposto dell'articolo 37 comma 3° del Codice della Strada, Decreto Legislativo numero 285/92, nel termine di 60 giorni, da chi abbia interesse all'apposizione della segnaletica ed in relazione alla natura dei segnali posizionati, può essere proposto ricorso al Ministero dei Lavori Pubblici con procedura di cui all'articolo 74 del D.P.R. numero 495/92, Regolamento di esecuzione e di attuazione del vigente Codice della Strada.

7) A norma dell'articolo 8 della Legge numero 241 del 7 Agosto 1990 si rende noto che Responsabile del presente procedimento del Corpo di Polizia Locale del Comune di Bovisio Masciago è l’Ufficiale Comandante Commissario Capo dottor Borgotti Paolo e che l’Istruttore del procedimento è l’Ufficiale Comandante Commissario Cantù Andrea.

8) Per gli eventuali trasgressori troveranno applicazione le sanzioni opportunamente previste in merito dal vigente Codice della Strada.

9) Eventuali precedenti provvedimenti, qualora contrastino con la presente ordinanza, sono revocati e sostituiti da quanto contenuto in codesto atto. Si dispone che il presente provvedimento venga notificato ai soggetti interessati ed ai servizi incaricati dell’esecuzione e/o del controllo mediante l’invio a mezzo di posta elettronica, normale o certificata, nonché affisso all’Albo Pretorio on-line dell’Ente locale

IN ALLEGATO L'ORDINANZA 

Tag: Lavori Ordinanza Polizia Locale