Una "Pietra d'inciampo" per ricordare Ferruccio Sala

24/01/2020

Una
Una "Pietra d'inciampo" in municipio per ricordare il partigiano bovisiano Ferruccio Sala in occasione del Giorno della Memoria. Sarà posata nella mattinata di lunedì 27 gennaio, a partire dalle 10.30, alla presenza del sindaco Giovanni Sartori, dei familiari e degli alunni delle scuole cittadine.

Sala era residente in via Marconi, proprietario di un cascinotto che, saltando in aria, aveva dato vita a un rastrellamento da parte dei fascisti che si era concluso con il suo arresto. Per lui il numero di matricola 115711 e il trasporto a Mautahusen, poi il trasferimento a Gusen dove, sottoposto ai lavori forzati, era poi deceduto il 19 marzo 1945.

Le "Pietre d'inciampo" sono il "monumento" più diffuso in Europa. Ne sono state posate 71 mila. Si tratta di un'idea dell'artista tedesco Gunter Demnig che ha voluto creare un "inciampo" di tipo visivo con questo blocco di pietra ricoperto da una piastra di ottone dedicata alla vittima delle deportazioni naziste. Di solito viene posata di fronte a quella che era l'abitaizone della vittima, ma in diversi casi (così accadrà anche a Bovisio Masciago) si è scelto di posarla in luoghi simbolici o di passaggio per fare sì che più persone inciampino con lo sguardo e, almeno per un momento, possano fermarsi a riflettere.

Tag: Pietra D'inciampo