DONARE LA SPERANZA

19/01/2015

DONARE LA SPERANZA
Esprimi la tua volontà alla donazione. Il Comune offre ai suoi cittadini maggiorenni la possibilità di esprimere e fare registrare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti a scopo di trapianto al momento della richiesta o del rinnovo della Carta d’identità. Donare è un atto di generosità e di solidarietà umana, che non costa niente ma può contribuire a salvare la vita di molti.

Perché donare?
Perché senza donazione non c’è il trapianto e il trapianto è oggi la più efficace e valida terapia per molte persone con gravissime malattie. Spesso può essere salvavita (cuore, fegato, polmone), in altri casi migliora sensibilmente la qualità della vita (come il trapianto di rene nei pazienti in dialisi).
Anche il trapianto dei tessuti è per molti pazienti la miglior cura in tante situazioni (per gli ustionati, per chi soffre di malattie valvolari, per alcune forme di cecità, per evitare amputazioni e in molte altre ancora).
I risultati dei trapianti indicano che oltre il 90% dei soggetti trapiantati riprende a condurre una vita piena e attiva, sul lavoro, in famiglia, nello sport.

Perché esprimere la propria volontà?
Per lasciare una chiara traccia della propria volontà e sollevare da questa incombenza i propri cari, per non lasciare che siano gli altri a decidere per noi. Perché l’eventualità di un trapianto non è estranea alla nostra vita, tutti potrebbero averne bisogno.

Come?
All’atto della richiesta di rilascio o di rinnovo della carta d’identità verrà offerto un modulo con il quale esprimere la propria volontà, firmando in corrispondenza della propria scelta (Sì, sono favorevole, NO, mi oppongo).
La scelta può essere fatta in qualsiasi momento chiedendo il modulo all’ufficio anagrafe.
Il modulo firmato va restituito all’Ufficiale dell’anagrafe, che provvederà ad inviarlo al Distretto ASL di riferimento per far registrare il dato nel Sistema Informativo Trapianti (SIT), dove sono custodite tutte le manifestazioni di volontà. La volontà, in ogni caso, non verrà trascritta sulla carta d’identità, ma registrata nel SIT, consultabile solo da personale abilitato dei Centri di Coordinamento Trapianti.

Esprimere la propria volontà è un’opportunità ed è possibile prendersi tutto il tempo necessario per approfondire l’argomento, discuterne con i propri cari e chiedere chiarimenti.
Per una scelta consapevole e informata, gli esperti sono a disposizione per rispondere a tutte le domande e chiarire i dubbi: è possibile rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale, chiamare il numero verde AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi) 800 736 745 o visitare i seguenti siti internet:

- Centro Nazionale per i Trapianti (CNT): www.trapianti.salute.gov.it
- Regione Lombardia-Direzione Generale Salute: www.sanita.regione.lombardia.it
- Associazione Italiana per la Donazione di Organi (AIDO): www.aidolombardia.it
- Nord Italian Transplant program (NITp): www.nitp@org.it
- Campagna d’informazione: www.sonoundonatore.it

Tag: Donazione Organi