BONUS NIDO: le procedure per accedere al contributo INPS di 1.000 Euro

06/06/2017

BONUS NIDO: le procedure per accedere al contributo INPS di 1.000 Euro
A partire dal mese di Luglio, le famiglie dei bimbi nati dopo il 1° Gennaio 2016 potranno presentare domanda per accedere al “Bonus Nido”, un buono annuo di 1000 euro per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati, e per l’introduzione di forme di supporto a domicilio in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche.
Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS su richiesta del genitore che, in sede di presentazione della domanda, dovrà specificare per cosa si richiede il beneficio e precisamente:
  1. Per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati, denominato “Contributo asilo nido”;
  2. Per l'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione a favore dei bambini affetti da gravi patologie croniche d’ora in poi denominato “Contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione”.
Presentazione della domanda per l’anno 2017
La domanda potrà essere presentata dal 17 luglio 2017 al 31 dicembre 2017 esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:
  1. WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto. Parimenti, il cittadino potrà utilizzare, per l’autenticazione, il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
  2. Contact Center Integrato - numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  3. Enti di Patronato attraverso i servizi offerti dagli stessi.
Per agevolare la compilazione della domanda on line, nella sezione moduli del sito www.inps.it sarà disponibile una scheda informativa.
Qualora il richiedente intenda fruire del beneficio per più figli sarà necessario presentare una domanda per ciascuno di essi.
 
Il Bonus richiesto potrà essere erogato nel limite di spesa indicato all’art. 7 del DPCM 17 febbraio 2017 (che per il 2017 è pari a euro 144 milioni di euro) secondo l’ordine di presentazione telematica della domanda.
Nel caso in cui venga raggiunto il suddetto limite di spesa, l’Inps non prenderà in considerazione le ulteriori domande.
 
In allegato si pubblica il testo completo della circolare INPS dove sono elencati tutti i dettagli e i requisiti per accedere al contributo.